Colloquio di lavoro in Francia: 10 domande frequenti

Il colloquio di lavoro in Francia ha una durata media di una trentina di minuti, durante i quali il vostro interlocutore cercherà di analizzare se il vostro profilo è adatto al posto di lavoro. Ecco 10 domande frequenti che vengono fatte ai candidati; conoscerle vi permetterà di preparare al meglio il vostro colloquio.

Parlez-moi de vous… (Mi parli di lei…)

In generale è la prima domanda che il vostro interlocutore vi farà dopo essersi presentato. L’obbiettivo della domanda è mettervi a vostro agio, analizzare la vostra espressione orale e saperne di più sul vostro profilo. In ogni caso la risposta deve rimanere in ambito professionale.

Parlez-moi d’une expérience professionnelle dont vous êtes satisfait (Mi racconti una sua esperienza professionale che l’ha soddisfatta)

Per rispondere raccontate un’esperienza che abbia un legame con il posto di lavoro ambito, spiegate bene il contesto della missione svolta e il vostro ruolo in essa. Terminate parlando dei risultati ottenuti e illustrando il motivo che ha reso l’esperienza così importante per voi.

Pourquoi avez-vous choisi cette formation? (Perché ha scelto questo percorso di studi?)

L’obbiettivo della domanda è verificare che la vostra scelta sia in linea con un progetto professionale definito, che assumete totalmente.

Aimez-vous travailler en équipe? (Le piace lavorare in gruppo?)

Il lavoro di gruppo è molto importante. Con questa domanda l’interlocutore vuole accertarsi che siete una persona malleabile che sa adattarsi e integrarsi nell’azienda. In questo caso non esitate a fare il legame con la vostra capacità di adattamento che vi ha permesso di integrarvi in Francia.

Quels sont vos points forts et vos points faibles? (Mi dica le sue qualità e i suoi difetti)

Domanda a trabocchetto classica e molto frequente nel colloquio francese. Mettete in risalto le vostre qualità che sono in stretta relazione con quelle richieste. Per quanto riguarda i difetti, sarebbe un errore non citarne alcuno! Confessatene qualcuno, illustrando come cercate di porvi rimedio; questa presentazione mostrerà al vostro interlocutore la vostra organizzazione e la vostra capacità di affrontare i problemi. Esistono inoltre “difetti” che possono essere visti come qualità in alcuni contesti, come per esempio la testardaggine.

Savez-vous dire “non”? (Sa dire “no”?)

È una domanda tipica per i posti di lavoro che implicano una capacità decisionale. L’obbiettivo della domanda è capire se siete in grado di prendere posizione, assumendone le responsabilità.colloquio

Quel est votre projet professionnel? (Qual è il suo progetto professionale?)

Questa domanda serve a far capire la vostra reale motivazione per il posto di lavoro, in particolare se si inserisce in maniera logica nel vostro progetto di carriera. Non esitate quindi ad esporre un progetto di evoluzione professionale nel settore, includendo l’importanza del posto di lavoro in questione, secondo una dinamica a medio/lungo termine.

Pourquoi avez-vous quitté cet emploi? (Perché ha lasciato questo impiego?)

La domanda si riferisce ai precedenti posti di lavoro e serve a dare un’idea della vostra stabilità in un’azienda. Non denigrate mai le vostre precedenti ditte o colleghi, rimanete professionali. Giustificate i vostri cambiamenti in maniera chiara, iscrivendoli se possibile in un progetto professionale.

Quels sont vos loisirs? (Quali sono i suoi passatempi?)

Anche se l’interlocutore sembra voler rendere l’atmosfera più rilassante, si tratta di una domanda importante per definire la vostra personalità. È importante quindi descrivere quelle passioni che implicano le qualità richieste per il posto di lavoro, come per esempio: leadership, pazienza, spirito di squadra, tenacia, precisione, attenzione…

Êtes-vous capable d’animer une présentation? (Sarebbe capace di animare una presentazione?)

Domanda frequente per i posti di lavoro che implicano qualità di comunicazione. Essendo stranieri, l’interlocutore si interrogherà sicuramente su questo aspetto; è quindi importante rassicurarlo sulla vostra padronanza della lingua e sulle vostre capacità di comunicazione, citando esempi opportuni.