Come integrarsi in Francia?

La premessa di questo articolo è che questi consigli sono validi per qualunque Paese nel Mondo.

Visto i recenti flussi migratori, la questione dell’integrazione è più che mai di attualità. Integrarsi nella società di un Paese straniero è sempre una questione delicata che non va presa alla leggera.

Per quanto riguarda il passaggio dall’Italia alla Francia, spesso si tende a sottovalutare la complessità della questione, a torto.

La prima regola da rispettare è senza dubbio il rispetto della cultura del Paese ospitante, di qualunque cultura si tratti. Anche se lo stress dei primi tempi sfocia spesso in un sentimento nazionalista e in puro campanilismo, l’italiano dovrebbe fare il possibile per mettere da parte questi sentimenti per aprirsi alla cultura francese. L’esempio più lampante riguarda la cucina: l’orgoglio degli italiani li spinge a un’eterna ricerca della pasta e della pizza perfetta sul suolo straniero, rimanendo per forza delusi e amareggiati la maggior parte delle volte; ma ragionando in maniera inversa, avete mai mangiato delle autentiche crêpes nel centro di Bari? O un boeuf bourguignon delizioso a Pistoia? Prima di giudizi affrettati, l’italiano in Francia dovrebbe sapere che la cucina francese è patrimonio mondiale dell’UNESCO; una ragione ci sarà…

Un altro esempio di mancanza di volontà è il rapporto con i francesi. È chiaro che si tratta di un semplice problema di mancanza di comunicazione; si sa, l’essere umano ha paura e respinge ciò che non conosce. Il risultato è che molti dei nostri connazionali tendono a insultare il Paese che li ospita, giudicando male i cittadini francesi, senza averne mai fatto la conoscenza. Questa reazione, signori, significa sputare nel piatto in cui si mangia. Davanti a simili comportamenti viene naturale fare il parallelismo con il comportamento degli stessi italiani davanti alla mancanza d’integrazione della comunità africana in Italia.

Un’altra questione importante consiste nell’imparare la lingua. Senza la conoscenza della lingua, scritta e parlata, non potrete mai integrarvi nella società francese. In questo caso gli individui singoli sono più agevolati, mentre le coppie e le famiglie avranno maggiori difficoltà a praticare la lingua, in quanto di fatto lo faranno solo fuori di casa. Fate particolarmente attenzione ai bambini: date loro tutti i mezzi per imparare il francese e soprattutto non sottovalutate la loro capacità di apprendimento cercando a tutti i costi una babysitter italiana; ciò gli permetterà di relazionarsi con i loro coetanei e il bilinguismo sarà un gran vantaggio per loro in futuro. È inutile e controproducente sprecare tempo facendo i salti mortali per trovare commercianti, medici, idraulici ecc che parlino italiano, utilizzate piuttosto questo tempo per imparare il francese!

Non lasciate la vostra frustrazione spingervi a fare accuse gratuite di razzismo nei confronti dei francesi, specialmente nel mondo del lavoro. Il razzismo è una cosa grave e sempre attuale, non banalizziamola coinvolgendola in questioni di questo tipo. È vero che i francesi sono avvantaggiati in molte procedure di assunzione rispetto agli stranieri, ma questo è per il semplice fatto che molti posti di lavoro richiedono una padronanza impeccabile della lingua, che si tratti di scrittura, per la redazione di documenti, o espressione orale, specialmente per i mestieri della sfera commerciale. Al contrario, usate questa frustrazione come motivazione per migliorare la vostra conoscenza del francese.

Infine, uno dei migliori modi per integrarsi in un nuovo Paese è visitarlo. La cultura e la tradizione francese sono molto diversificate e variano enormemente da una regione all’altra. Avete la fortuna di vivere nel Paese più visitato al Mondo, approfittate di ciò per visitare le varie regioni e i vari siti pittoreschi, anche solamente per un fine-settimana di tanto in tanto!

La vita in un Paese straniero, come del resto quella in patria, è fatta di gioie e dolori. Comunque vada la vostra permanenza all’estero, rispettate sempre il Paese che vi ha accolto e che vi ha dato o vi darà delle nuove opportunità.