Come passare un concorso pubblico in Francia – di Edoardo Guglielmino

Forse non tutti sanno che i cittadini dell’Unione Europea hanno il diritto di accedere ai concorsi indetti dalla pubblica amministrazione francese.

Il tanto ambito statuto di “fonctionnaire”, equivalente del termine italiano “funzionario” o “impiegato statale”, si può ottenere rispondendo ai bandi ufficiali pubblicati su tutti i siti internet di ministeri ed enti locali.

Tutto questo è possibile grazie agli accordi ratificati dai paesi membri dell’Unione Europea che hanno deciso di dare a tutti i cittadini europei lo stesso diritto di accedere alla funzione pubblica.

L’unico caso in cui la differente nazionalità rappresenta un limite all’iscrizione ad un concorso, è legato agli “emploi de souveraineté”. Per questa tipologia di impiego (legato strettamente ad alcune posizioni molto particolari dei Ministeri degli Interni, della Difesa e degli Affari Esteri) può essere richiesto che la nazionalità del candidato sia esclusivamente francese. In questo caso particolare, il bando di gara dovrà espressamente specificare che il concorso è chiuso alle altre nazionalità.

Traduzione dal sito service-public.fr (link qui)

Per diventare funzionario, bisogna detenere la nazionalità francese o essere cittadino di un paese dello spazio economico europeo. La condizione di nazionalità deve essere riempita al momento dell’iscrizione al concorso che da accesso alla funzione pubblica. I cosiddetti impieghi di sovranità « emplois dits de souveraineté » sono accessibili esclusivamente ai cittadini francesi.

Viceversa, alcuni impieghi sono accessibili anche a cittadini stranieri non facenti parte dell’Unione Europea (professori dell’insegnamento superiore, medici di strutture ospedaliere, ecc).

Per essere funzionario è necessario :
– Godere dei diritti civili ed elettorali in Francia o nel proprio paese d’origine
– Non essere stato soggetto ad alcuna condanna iscritta nel « bulletin n°2 du casier judiciaire » che possa essere incompatibile con le funzioni esercitate.

Se il candidato è cittadino di un paese dello Spazio Economico Europeo, dovrà essere in regola con gli obblighi del suo paese d’origine (leva, servizio civile, ecc.).
Il funzionario o l’agente non ancora titolarizzato dovrà essere fisicamente adatto ad esercitare le sue funzioni. L’attitudine fisica del candidato sarà verificata nel corso di una visita medica realizzata da un medico generico

I concorsi che permettono l’accesso allo statuto di « funzionario » sono, nella maggior parte dei casi, sottomessi ad un livello di diploma precisato dallo statuto di ogni tipologia di impiego (brevet, CAP, BEP, BAC, licence…)

Qualora si trattasse di un concorso o di un reclutamento di una professione regolamentata (assistente sociale, medico, puuericultore, veterinario…), il candidato sarà tenuto a presentare il diploma corrispondente.”

Testi di riferimento (leggi) :
Loi n°83-634 du 13 juillet 1983 portant droits et obligations des fonctionnaires – Articles 5 à 5ter
Décret n°86-83 du 17 janvier 1986 relatif aux agents contractuels de la fonction publique;État (FPE) Article 3
Décret n°88-145 du 15 février 1988 relatif aux agents non titulaires de la fonction publique territoriale (FPT) Article 2
Décret n°91-155 du 6 février 1991 relatif aux agents contractuels de la fonction publique hospitalière (FPH) Article 3