Cosa cambia per gli italiani in Francia nel 2018

Il primo di Gennaio è sempre sinonimo di grandi cambiamenti, ecco i principali che sono entrati in vigore in questo inizio del 2018:

Aumento dello Stipendio Minimo (SMIC)

Lo stipendio minimo aumenta dell’1,24%, passando da 9,76 a 9,88 € lordi all’ora, ovvero un totale di 1498,47 € lordi mensili per un tempo pieno (35 ore settimanali).

Vuoi sapere di che si tratta? Consulta la nostra pagina LAVORARE IN FRANCIA

Cosa cambia in busta paga

Per tutti i lavoratori dipendenti entra in vigore la soppressione della ritenuta diretta sulla malattia e sulla disoccupazione, ovvero uno sgravo fiscale del 3,15%. In compenso ci sarà un aumento della ritenuta CSG, del 1,7%.

Aumento fiscale sui risparmi

Entra in vigore un prelevamento unico forfettario del 30% sui libretti di risparmio, a eccezione del Livret A, del PEA (Libretto di risparmio per Azioni) e dei contratti di assicurazione sulla vita di meno di 150 K€ e aperti da più di 8 anni. Questo significa che i PEL (Plan d’Épargne Logement) aperti dal 1 Gennaio 2018 saranno tassati secondo questo principio.

Vuoi sapere di che si tratta? Consulta la nostra pagina LA BANCA IN FRANCIA

Il prezzo del gas

Il prezzo regolamentato del gas aumenta del 6,9% il primo di Gennaio 2018.

I vaccini obbligatori

A partire dal primo di Gennaio saranno 11 i vaccini obbligatori per l’iscrizione dei bambini a scuola, contro 3 in precedenza.

Il prezzo della benzina e del gasolio

Il gasolio subisce un grande aumento: 7,6 centesimi al litro mentre la benzina 3,84 centesimi. Si tratta di un aumento fiscale deciso dal Governo, per arrivare a imporre la stessa fiscalità tra i due carburanti entro il 2021.