La taxe d’habitation

[ATTENZIONE: Il calcolo e i montanti della taxe d’habitation sono destinati ad essere modificati nel 2018 (Nuova Riforma). Le informazioni sotto elencate restano di attualità nell’attesa di una modifica legislativa.]

La tassa sull’abitazione è un’imposta diretta applicata dal Comune di residenza, sul vostro alloggio in data del 1 Gennaio. Anche se traslocherete durante l’anno in corso, la taxe d’habitation che riceverete sarà quella sull’abitazione occupata il 1° di Gennaio.

Chi paga?

Che siate proprietari, inquilini o ospiti a titolo gratuito, la taxe d’habitation è indirizzata alla persona che occupa l’alloggio al primo di Gennaio.

A quanto ammonta?

La taxe d’habitation è calcolata in base al valore affittuario catastale del bene immobiliare, al quale si sottrae una riduzione fiscale nel caso di una residenza principale. Il risultato è moltiplicato per un coefficiente votato dal Comune o dalla Collettività Territoriale dell’alloggio.

Quando e come pagare?

Riceverete la tassa per posta (o sul vostro account impots.gouv.fr se ne avete creato uno) nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno. Se avete traslocato e la tassa tarda ad arrivare, vi consigliamo di entrare in contatto con il Centre Des Finances Publiques del Comune in cui vivevate al primo di Gennaio, per rettificare l’indirizzo e verificare che non ci siano disguidi. In caso di ritardo di pagamento viene applicata una penalità di 51 €.

Potrete pagare il montante della tassa tramite TIP, bonifico o assegno (nei limiti di 30000€), oppure in contanti se il montante è inferiore a 300 €. Un’alternativa a questi mezzi di pagamento è il pagamento via internet (su impots.gouv.fr) o la rateizzazione della tassa.

Possibili esoneri e riduzioni

Non avete bisogno di intraprendere nessuna procedura per beneficiare di esoneri o riduzioni. Per conoscere i dettagli potete consultare questa pagina ministeriale.

(fonte: vosdroits.service-public.fr)