Le parole italiane “infiltrate” nella lingua francese

Esplorando i meandri insidiosi della lingua francese si possono trovare numerosi termini di origine italiana, alcuni dei quali rimangono tali e quali dalla lingua di Dante a quella di Molière, ma vengono pronunciati con l’accento transalpino e, talvolta, assumono un significato associato a un contesto particolare! Eccone alcuni dei più ricorrenti:

“Basta!”: l’esclamazione mantiene il suo significato ed è frequentemente utilizzata nel francese parlato.

“Bravo!”: un’altra esclamazione molto frequente nel linguaggio parlato. Notare che rimane invariabile anche al femminile!

“Opéra”: come molti altri termini italiani associati alla musica classica, può significare un “opera” nel senso musicale del termine, ma anche un teatro.

“Tempo”: un altro italianismo legato alla sfera musicale, inteso come “ritmo”.

parole italiane

“Mafia”/”Mafioso”: termini che non hanno bisogno di presentazioni; hanno lo stesso significato che in italiano.

“Omerta”: legato al termine precedente, ha lo stesso significato italiano di “legge del silenzio”.

“Vendetta”: altro italianismo legato alla sfera criminale, inteso come “giustizia privata” legata a una faida famigliare.

“Farniente”: il tipico “dolce far niente”.

“Imbroglio”: altro termine legato al mondo del teatro, in francese assume il significato di “trama”/”sceneggiatura”.

“Pizza”-“Spaghetti”-“Farfalle”-“Lasagne”-“Risotto”-“Panini”: Alcuni dei numerosi termini italiani legati alla sfera culinaria. Notare che in francese questi termini si accordano al plurale semplicemente aggiungendo una S. Nel caso di Panini (sempre pronunciato al plurale italiano) è interessante ricordare che non si intende il “panino imbottito”, ma il “panino caldo/grigliato”!

“Agio”: seppure derivato dall’italiano, questo termine ha un significato tutt’altro che positivo, in quanto gli “agios” sono le penalità prelevate dalle banche sui conti in rosso…

“Impresario”: ha lo stesso significato che in italiano, quello di “agente artistico”/”manager”.

“Mercato”: un altro caso interessante. Con questo termine in francese non si intende il classico “mercato” come in italiano, ma il “Calcio-mercato” dei transfert dei calciatori!

N.B.: Molti di voi si staranno chiedendo perché non abbiamo citato l’avverbio “Grosso-modo”. Non è presente nella lista in quanto ha un’origine latina medievale, decisamente antecedente all’italiano!