Problemi burocratici in Francia: a chi rivolgersi?

La complessità della burocrazia francese crea spesso confusione all’interno della comunità italiana in Francia. Per gestire i problemi burocratici in maniera efficace bisogna innanzitutto rivolgersi all’ente di competenza, ma a volte può essere complicato a causa delle innumerevoli sigle e abbreviazioni. Vi proponiamo quindi questa lista riassuntiva per orientarvi e chiarirvi le idee.

Assistenza sanitaria, Numero di Sécurité Sociale >>> Assurance Maladie (CPAM per il regime generale, RSI per i lavoratori autonomi, ufficio del département di residenza).

Sussidi sociali (APL, RSA, Allocations familiales) >>> CAF del département di residenza.

Dichiarazione dei redditi, Taxe d’Habitation >>> Centre des Finances Publiques di appartenenza.

Sussidio di disoccupazione >>> Pôle Emploi.

Diritto del lavoro >>> DIRECCTE del département di domicilio dell’azienda.

Ricerca di lavoro, consulenza per il CV, orientamento formativo >>> Pôle Emploi.

Borsa di studio >>> CROUS.

Convalida dei diplomi italiani >>> ENIC-NARIC.

Corsi di francese gratuiti (o a basso costo) >>> Mairie, Pôle Emploi (a seconda delle agenzie), oppure Associazioni senza scopo di lucro.

Finanziamento formazione >>> Pôle Emploi, MJC (se si ha meno di 25 anni).

Consulenza sull’apertura di un’attività >>> Chambre de Commerce et de l’Industrie (CCI), Pôle Emploi (come primo approccio).

Patente >>> Préfecture (o Sous-préfecture in alcuni départements).