Scappo a Reims

Reims, è una città conosciuta in tutto il mondo per la sua cattedrale e le incoronazioni dei re di Francia e sopratutto per il rinomato CHAMPAGNE.

E una città di 180 000 abitanti, situata nel dipartimento 51 (La Marne) a nord est del Paese.

Reims ha molti collegamenti storici con il nostro Bel Paese, a partire dall’epoca Romana, in cui i Romani, colonizzarono la città, e crearono per estrarre il gesso casualmente delle gallerie sotteranee, che adesso sono le famosissime CRAYERES, dove sono conservate le bottiglie dei più grandi nomi di Champagne.

Passeggiando nella città, troviamo ancora dei monumenti che ricordano quest’epoca.
Uno dei più importanti é la Porta di Marte (una specie di arco di trionfo), unica rimasta delle quattro porte che esistavano per accedere alla città.

Un’altra curiosità, leggendo la storia di Reims, anche semplicemente su delle brochures, il nome degli abitanti era Rèmes (oggi, Remois).
Rèmes derivava da Remus, cioé Remo ( fratello di Romolo e fondatore della Roma antica), possiamo quindi anche ammirare nella Porta di Marte, un basso rilievo rappresentante la lupa e i due fratelli.

Invece per i curiosi che vorranno approfondire la storia e l’archeologia di questa città, consiglio a tutti di fare un passo al museo Saint Rémi, accanto alla bellissima Basilica, anche essa monumento dell’Unesco .

Un altro periodo storico che collega questa zona con il nostro paese, è la battaglia della Marna nel 1918 dove sono stati numerosi gli Italiani a recarsi in questo territorio; infatti a BLIGNY (villaggio vicino Reims) é stato costruito un cimitero dedicato agli Italiani con giardini addobbati con il nostro tricolore.

Continuando sulla descrizione di questa città, dopo questa introduzione storica, Reims, é una città sempre più visitata
I turisti provengono da tutto il mondo:

i Francesi si recano principalmente per la cattedrale e il bellissimo stile architettonico “Art déco” che si puo ammirare su numerosissimi edifici;
Gli stranieri, Giapponesi, Americani, Australiani, Inglesi etc etc., per lo Champagnino.

Reims è una città molto curata, con 5 monumenti patrimonio dell’Unesco; Parchi e giardini molto ampi e tutti i transporti necessari, sempre puntuali (a differenza dall’Italia) dove si possono raggiungere facilmente tutti i quartieri.

Riguardo al lavoro, se si è motivati si trova facilmente, sopratutto se si passa nelle angenzie Interim.. Per i meno di 26 anni, la mission locale, puô aiutare tantissimo per accedere a formazioni o lavorare in CDD con i cosi detti “emploi d’avenir” . E ovviamente visto che siamo nella Champagne, nel mese di settembre tutti gli anni per le vendemmie, (dove tutto il raccolto è praticato solo a mano) Cercano sempre della manodopera (inscrizioni verso maggio/giugno).

Adesso, se devo fare una estimazione di punti negativi e positivi;

Quelli positivi prevalgono:

Città situata al centro dell’Europa sia per la distanza tra Reims e Parigi (45 min in treno ) per poi raggiungere aereoporti e ferrovie che menano in tutte le parti del mondo

Attività dinamiche (guinguette,concerti, mostre etc..) organizzate da delle associazioni create da giovani. Quest’ anno c’é stato anche il secondo anno del festival “Magnifique Society ” al Parco di Champagne, dove la programmazione raffigurava nomi di cantanti provenienti da tutto il mondo, con un programma super vario che riprendeva tutti i tipi di musica, dalla classica all”elettronica.

Pulizia e sicurezza.

Tutti i confort in centro città, e nei suoi quartieri (supermercati, commerci etc ).
Lo champagne a tutte le ore del giorno, consumato spesso anche durante i pasti (l’abus d’alcool est dangereux pour la santé).
Lo stade de Reims che é passato in ligue 1.

Quelli negativi sono:

Mancano collegamenti ferroviari diretti con le città del nord del paese e il Belgio.

Il meteo.

Non c’e il mare e ci sono poche piscine.

Prezzi alti nei bar, ristoranti, discoteche,e sopratutto per il cafféPer concludere, se passate di qui, o avrete domande contatatte la nostra futura associazione Italiana , creata da un piccolo gruppo d’Italiani che lavorano qua , saremo super contenti di darvi qualche consiglio e dritte per vistare o installarvi nella città!

di Chiara, a Reims dal 2013