I “soprannomi” della Francia

Come l’Italia è soprannominata “Lo Stivale” oppure “Il BelPaese”, anche la Francia ha diversi soprannomi.

L’Hexagone (L’Esagono)

La Francia metropolitana è familiarmente soprannominata l’Hexagone (“l’Esagono”) per via della forma geometrica. Infatti, possiede sei lati frontalieri: tre terrestri (Italia/Svizzera/Germania, Germania/Lussemburgo/Belgio, Spagna/Andorra) e tre marittimi (Oceano Atlantico, Mare Mediterraneo, Manica).

Le Pays des Droits de l’Homme (Il Paese dei Diritti dell’Uomo)

Francia1 copy

Nel 1789, in seguito alla Rivoluzione, la Francia ha approvato la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino. Benché vi furono stati i precedenti dell’Inghilterra e degli Stati Uniti, che vararono ancora prima simili dichiarazioni riguardanti i loro cittadini, la Francia fu il primo Paese a redigere una dichiarazione valida per qualunque individuo, anche straniero.

La Fille Ainée de l’Église (La Figlia primogenita della Chiesa)

Nel Medioevo la Francia è stata nominata “Figlia primogenita della Chiesa”, in seguito all’acquisizione di questo titolo onorifico da parte del Re dei Franchi Pipino Il Breve, che offrì protezione al Papa contro i Longobardi. In seguito, tutti i Re di Francia ereditarono questo titolo, anche in quanto eredi di Clodoveo I, primo Re dei Franchi e primo Re barbaro a convertirsi al cristianesimo.

Le Pays des Lumières (Il Paese dei Lumi)

La Francia è inoltre il Paese in cui il movimento dell’Illuminismo ebbe la sua massima espansione, con esponenti del calibro di Voltaire, Diderot, D’Alembert, Rousseau e Montesquieu.